ARGOMENTI CHE SEMBRANO DIVERSI, MA CHE SONO COLLEGATI _ La situazione è grave: andiamo tutti a votare! _ Un attualissimo discorso di Sandro Pertini _ La giornata dell’8 marzo —

Inizio il mio articolo riportando alcune parti di un appello ripreso dal sito “Detersivi bioallegri” un sito che non solo vuole salvare la natura da prodotti chimici che la distruggono, ma vuole anche rendere partecipi le persone sulla terribile situazione politica odierna.

“Agli amici che in varie occasioni ci hanno confidato di non votare e -per estensione- a quel 41% degli italiani che non ha votato o ha annullato la scheda alle ultime elezioni politiche.

Dopo l’ennesimo attacco alla Costituzione e al rispetto delle regole da parte della maggioranza al Governo, riteniamo che sia giunto il momento di far sentire che ci siamo, che contiamo e che non permetteremo l’arrivo di un’altra dittatura.
Il voto mancato di quel 41% ha permesso che Berlusconi governi -nel modo che sappiamo- con solo il 28%.
Non votare significa delegare ad altri le decisioni sul destino comune. Se una persona (o una idea) si ritrae, il suo “spazio” viene immediatamente occupato da altri. E non è detto che lo occupino persone o idee analoghe: è uno SPAZIO POLITICO VUOTO E DISPONIBILE.
Dobbiamo riappropriarci di questo spazio.
Sappiamo che anche persone dell’altro schieramento non meritano il nostro voto e non ci rappresentano, ma è la classe politica che abbiamo e solo in un contesto democratico rafforzato potremo lavorare per cacciarla. Intanto andiamo a votare. Votiamo chiunque, purché dell’opposizione.
Sappiamo che queste sono elezioni locali, che non cambieranno la maggioranza al Governo, ma sarà un segnale forte e chiaro che il Paese si è svegliato e non accetta che le cose accadano sopra la sua testa. Che vuole essere protagonista, che non vuole più delegare. Che vuole esercitare il suo diritto di scelta e di controllo.”
(…)
“L’ASTENSIONE DAL VOTO NON E’ UNA PROTESTA MA UNA RESA!”

Chi vuole, può leggere l’appello intero al sito:

http://www.facebook.com/event.php?eid=344542718460
….dove campeggia una bandiera italiana listata a lutto….

Quello che segue è il logo della Fondazione Sandro Pertini, su cui troviamo una scritta che ben di adatta all’argomento trattato

e, ad abundantiam sempre a proposito di Pertini, il Presidente più amato dagli Italiani, riporto il video di un discorso ai giovanii, un video attualissimo, nonostante risalga al suo settennato (1978-85)

per chi non riuscisse a collegarsi, l’indirizzo web è:http://www.youtube.com/watch?v=qe5ztZdYvPg

Infine non posso certo dimenticare, questa giornata politicamente importante  “l’ 8 marzo”, la data che noi femministe degli anni 70, chiamavamo  “La giornata di lotta della donna”.

Oggi purtroppo tutto è affievolito, nonostante le donne siano le prime a pagare di quanto accade nella politica e nell’economia.

Eppure ancora gran parte degli uomini (e delle stesse donne) ci danno gli auguri per  “La festa della donna”:  sarebbe obbligatorio che la si chiamasse almeno “La giornata di riflessione sulle donne”

Vorrei concludere con una nota…colorata di giallo, rivolta a molti fra coloro che vendono sulle strade le mimose: “SMETTETE DI SPENNARE QUEI POVERI ALBERI DI MIMOSA!!!!!!!!!!!”

La foto che vi mostro è  di una tranquillissima mimosa: quella del nostro terrazzo;-)

La piccola mimosa del nostro terrazzo

4 Risposte to “ARGOMENTI CHE SEMBRANO DIVERSI, MA CHE SONO COLLEGATI _ La situazione è grave: andiamo tutti a votare! _ Un attualissimo discorso di Sandro Pertini _ La giornata dell’8 marzo —”

  1. Isa Laudadio Says:

    Sei una grande! Condivido in pieno ciò che hai scritto, il tuo impegno, anche attraverso il blog, e la tua pazienza.
    Baci
    Isa

    • gabriellaraffaele Says:

      Sei molto cara Isa! e sono felice che anche tu pensi che è necessario andare a votare: i tempi sono davvero cupi e, visto che una rivoluzione è decisamente impensabile, usiamo con forza i mezzi della democrazia. baci G.

  2. Giuliana Del Matto Says:

    Uno strano 8 marzo- E’ stata davvero particolare, quest’anno, per me, questa giornata! Infatti, attraverso la mia associaz di volontariato, la Koinè, sono stata invitata a partecipare ad un convegno tenuto al Pascale sui tumori femminili. Oltre a medici, dirigenti Asl, studenti ed altro, molte le donne operate, in terapia, o, comunque, reduci da esperienze di malattia. Ho notato che si conoscevano un po’ tutte, commentavano insieme gl’interventi, parlavano animatamente e sembravano quasi allegre. Era evidente in loro il desiderio di capire di più, di combattere la malattia e di aiutarsi a vicenda. E’ stato allora che le ho apprezzateper il coraggio, per la grinta, per la volontà e la voglia di normalità e mi sono detta: è diverso vivere un’esperienza di sofferenza e dolore, se condivisa con altri che sono nella stessa situazione, che ti capiscono, t’incoraggiano e provano quello che provi tu. Le immagini che scorrevano sul video erano tragiche ed ugualmente cifre, statistiche, terapie, ma quelle donne determinate, con in mano un ramo di mimosa ed una bag con prodotti da trucco della Clinique(sponsor del convegno) erano una forza, la speranza, la voglia di vincere la paura. Devo dire: è stato bello quest’8 marzo.

  3. gabriellaraffaele Says:

    Cara Giuliana è bellissimo quanto hai scritto ed è davvero “tanto importante” ricordare in questo modo l’8 marzo, una maniera valida allo stesso modo come manifestare per i diritti che ancora ci sono negati.
    E’ orribile invece sapere che ci sono tante donne sciagurate che ritengono di dover “festeggiare” e magari vanno nei locali di strip tese maschile…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: